Emozioni “spettacolari”

Il 30 maggio 2016 alle 10,00, noi della classe blog abbiamo assistito alla prova generale dello spettacolo “Il cappello di paglia”. Ecco le nostre impressioni.

SAM_0265

Sara Chilelli: “Lo spettacolo è stato molto bello, ho riso tantissimo. Tutti gli attori si sono impegnati molto, sono stati veramente bravi. Hanno acquisito una buona mimica facciale che, alla nostra età, non credo sia facile avere, soprattutto perché ci si vergogna. Loro invece sono stati molto coraggiosi e bravi anche perché sono riusciti a non ridere e a prendere molto seriamente questa esperienza. Lo spettacolo mi è piaciuto molto anche perché gli attori hanno interagito con noi. Il nostro compagno, che ha partecipato al progetto come attore – è stato bravissimo!-, ce lo aveva anticipato ma non credevo dicesse sul serio, invece è stato un bel colpo di scena. Lo spettacolo si conclude con un matrimonio e alla fine gli attori hanno lanciato pure il riso sul pubblico…nessuno se lo aspettava! Sono stata veramente entusiasta e onorata di vedere lo spettacolo per la prima volta in scena. Spero di rivedere altri spettacoli del genere in futuro! Alla fine ho intervistato un’attrice, S. Vannutelli, che mi ha detto di essersi divertita moltissimo e che non pensava che le prove generali andassero così bene!”SAM_0257

Davide De Cristofaro: “Per me lo spettacolo è stato molto coinvolgente perché in diverse scene gli attori facevano partecipare  anche il pubblico , inoltre è stato molto divertente perché gli attori, nonostante l’emozione, hanno saputo intrattenere il pubblico. Alla fine della rappresentazione ho raccolto le prime impressioni di Jonathan Pugliese, uno degli attori che interpretava il ruolo di carabiniere  e che mi ha detto :

– E’ stato molto emozionante, divertente ma anche molto difficile perché bisogna stare molto attenti a tutte le scene e ricordare a memoria tutte le battute. “SAM_0183

Lorenzo Mangani: “Lo spettacolo mi è piaciuto molto perchè mi ha fatto ridere, soprattutto la scena in cui il nipote interrompeva la zia o cercava di imitarla e lei  gli dava uno schiaffo sulla faccia o sul collo. Mi è piaciuto anche quando gli attori hanno interagito con noi: per esempio il poliziotto ha preso un mio amico, gli ha dato un colpo sulle gambe con il manganello e ha fatto finta di mandarlo in carcere. Alla fine dello spettacolo ho intervistato un mio amico, Tiziano Bellante, che ha recitato la parte di un uomo sordo, per lui recitare è stato molto bello ed emozionante.”SAM_0274

Alessandro Oliveti: “lo spettacolo di oggi mi è parso molto carino e molto divertente. Gli attori sono stati bravissimi. Il nostro amico, Francesco Tommasacci, ci ha detto che per lui è stata un’esperienza stupenda e in alcune momenti ha dovuto improvvisare le battute perché non si ricordava il copione. “SAM_0127

  • : S. Chilelli, D. De Cristofaro, L. Mangani, A. Oliveti
Facebooktwittergoogle_plus

Lascia un commento