NON TI POSSIAMO LASCIARE INDIETRO

 

 

E anche oggi il suo banco è vuoto. Come ieri e come da una settimana. Ne abbiamo fatti di tentativi…

 

Fin quando oggi, in classe, ci è venuta un’idea bizzarra: abbiamo pensato di andare sotto casa sua per dimostrargli il nostro affetto.

 

Non potevamo non provarci: è un nostro compagno di classe.

 

Addirittura uno di noi ha proposto di fare un video per immortalare l’evento e ricordarglielo un giorno se riusciremo nell’impresa.

Eravamo tutti d’accordo. Eravamo ansiosi di vedere la sua reazione perché, sapete, lui è uno che non ci fa capire mai se è contento.

 

Così una mattina che entravamo alla terza ora ci siamo dati appuntamento al parco sotto casa per programmare l’azione.

Ci siamo divisi le parti: c’era chi doveva citofonare, chi doveva fare le riprese e chi, invece, doveva provare a convincerlo.

La Classe II E

Un’iniziativa davvero notevole, ideata da loro e proposta agli insegnanti

 

Arrivati lì, abbiamo citofonato, abbiamo aspettato che aprisse, abbiamo visto tanta sorpresa nei suoi occhi e…

 

Oggi è lì. Seduto al suo posto, con i libri sul banco.

Oggi è lì a tenerci compagnia come all’inizio dell’anno, con le sue solite battute e i suoi “usuali” impreparati.

 

   SPERANDO CHE CI RESTI FINO ALLA FINE.

   SPERANDO CHE…

 

Per noi è stata una sensazione un po’ strana vederlo sorridere, felice per quello che abbiamo fatto per lui. Felice come non mai. Libero di esprimere per la prima volta le sue emozioni.

È stata una grande soddisfazione. Più per noi che per lui.

 

Perché oggi abbiamo capito molto…

 

Abbiamo capito l’importanza della scuola e dei compagni di classe.

 

 

  • : Erica Dedoni, regia e montaggio Mattia Cruccas, Daniele Serafini, Federico
Facebooktwittergoogle_plus

2 risposte a NON TI POSSIAMO LASCIARE INDIETRO

  • Meraviglioso video, sarebbe da far vedere a tutte quelle persone che non credono all’amicizia e suppongono che le persone incontrate tra i banchi di scuola siano solo di passaggio…

    Autore: S. Chilelli
  • IC PABLO NERUDA

    Grazie tante.
    Sarebbe da far vedere, dici bene. Ma viverlo in prima persona è stato ancora più bello.
    L’amicizia si dimostra con i fatti. Noi abbiamo fatto quello che potevamo e siamo cresciuti molto anche umanamente.

Lascia un commento