Passione per il karate

Il karate nasce nel XVII nelle isole Ryukyu. Dal 1900 si sviluppa in tutto il Giappone e dal 1950 è diventato uno sport a tutti gli effetti. Il karate deriva dal Budo, praticato dai guerrieri feudali,non vengono utilizzate armi bastoni ma solo le mani. il karate in giapponese significa mano vuota. Si pensa che praticandolo si possa raggiungere la perfezione spirituale.
Il karate si è ormai diffuso in tutto il mondo.Nel karate ci sono diversi stili: wa dorun, shotokan, shito ryu. Nel karate per salire di livello si deve fare un esame dove si esegue il katà, che è una serie di tecniche predefinite. Le cinture sono bianca, gialla, arancione,verde, blu, marrone e nera dopo la cintura nera ci sono i dan che sono 5.quando si conquista la cintura marrone, per passare alla nera devono trascorrere 3 anni e si deve fare il kata davanti a una giuria nazionale. Il karate si pratica nei doji dove ci sono delle regole: si deve avere disciplina, deve venire sempre sia con la cintura che con il carategi, non si devono avere scarpe all’interno del dojo, si deve stare a piedi nudi sul tatami, si devono portare le protezioni per mani e gambe, non si devono utilizzare tecniche di karate al di fuori del dojo se no si può venire espulsi.

  • : Claudio C. IIID
Facebooktwittergoogle_plus

Lascia un commento